BettaKnit è un giovane marchio italiano che produce e vende kit per i lavori a maglia, filati di produzione artigianale e capi di maglieria realizzati rigorosamente a mano, in netta contrapposizione alle produzioni in serie che caratterizzano il mercato attuale. L’ho scoperto in seguito alle collaborazioni intraprese con alcune delle mie crafter italiane preferite (per esempio Pollaz e Vendetta Uncinetta) e per fortuna non perdono il vizio di intrecciare i loro fili con altre realtà creative.

Come naturale conseguenza delle collaborazioni di cui sopra, e in linea con la loro filosofia, hanno ideato due laboratori creativi in programma domenica 14 giugno a Milano: “Indossiamo un nodo: crea il tuo accessorio” insieme al brand italo-inglese Nodo – Knotted things di Sara Bellinato e “Uncinetto re-fashion: fai rivivere le tue t-shirt!” con Vendetta Uncinetta, ovvero la mitica Gaia Segattini.

Durante il primo incontro verranno realizzati accessori personalizzati utilizzando la tecnica dell’uncinetto e della maglia.
Il secondo workshop invece strizza l’occhio a Expo proponendo, come applicazioni per t-shirt (ma adatti anche scarpe e cappellini o qualsiasi capo nel vostro armadio abbia bisogno di essere rinnovato), tanti piccoli frutti colorati realizzati all’uncinetto. In pratica, un’occasione per nutrire anche il guardaroba.

I due corsi si svolgeranno dalle 16 alle 19 con una durata di un’ora e mezza ciascuno e hanno come location i Chiostri dell’Umanitaria in via Daverio; “Società Umanitaria” è un ente che da oltre un secolo si occupa di eventi e corsi nella città di Milano.
Il costo è di 15 euro per il primo workshop e 18 per il secondo ma frequentandoli entrambi si può pagare un biglietto cumulativo da 30 euro.

Con tutto il fermento che la città sta vivendo per Expo, non potevano mancare gli appuntamenti craft: speriamo che questi siano i primi di una lunga serie di eventi! Io non mancherò di segnalarveli.