Nasce nel 2009 a New York grazie all’ingegno e la fantasia di Britta Riley il progetto “Windowfarm” che propone la coltivazione di piante all’interno della casa per fini ornamentali ed alimentari.L’idea si sviluppa utilizzando un composto di concime e substrati inerti, un po’ d’acqua con sostanze nutritive, una finestra come fonte di luce naturale e contenitori in plastica come luogo di crescita di colture idroponiche. L’orto verticale da creare davanti alle finestre di casa è un’idea semplice e geniale che si è estesa a macchia d’olio in tutto il mondo. La possibilità di far crescere piante e ortaggi pur non possedendo giardini o terrazze che possano ospitare un orto tradizionale sta affascinando tutti. 

Esiste il kit professionale preparato ad hoc:

windowsfarms-1

www.windowfarms.com

Ma molti si divertono a costruire da soli i propri impianti con bottiglie di plastica, contenitori e vasi di vario genere:

windowsfarms-2

Una piccola idea che con il modello open source ha sviluppato un network mondiale di più di 40.000 persone che si scambiano idee per migliorare il sistema.

Se l’idea di creare un giardino verticale in casa, ricco di basilico, timo, pomodorini e altre fresche prelibatezze in casa che hanno anche il potere di rilasciare un profumo naturale non tossico in casa, allora perché non provarci?