Poche ore di volo e l’orizzonte stropicciato del finestrino di un aereo si trasfoma nell’universo sfolgorante di una delle piazze più affascinanti al mondo: Marrakech vi intrigherà con il fascino di un Medio Oriente affabulatore e capace di stregare, insieme ai suoi cantori e il via vai di piazza Jamaâ el-Fna, considerata Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

Cantastorie, incantatori di serpenti e artisti circensi popolano di vita Jamaâ el-Fna, la piazza principale, che al tramonto vive la sua nemesi al ritmo dei tamburi, scuotendo la notte con una magia in grado di sbriciolare il tempo.

Amate il design? Incursione d’arte nel quartiere Gueliz, costruito nel secolo scorso: insieme alla zona industriale di Sidi Ghanem, altro luogo dove andare a caccia di idee, vi affascinerà con la numerosa presenza di artisti e creativi.

Se avete voglia di una sosta dirigetevi verso i giardini della Menara. Con 40 varietà di olivi piantati vi lascerà intravedere un paesaggio dipinto nell’acqua: un tempo luogo d’appuntamento degli amanti, oggi confonde l’aria del deserto con un verde sontuoso, insieme a Majorelle e i giardini dell’Agdal, Eden da scoprire nei pomeriggi a Marrakech, passeggiando tra i profumi degli alberi e fiori sconosciuti.

Il piacere di vagabondare nella folla a caccia di shopping tra i gioielli berberi e i colori speziati del souk trova la sua pace nei vapori dell’hammam, un’usanza antica i cui riti si tramandano intatti, avvolgenti e rari.

Il vigoroso massaggio con il savon noir renderà il vapore del bagno turco un viaggio tra i sensi, mentre il frastuono del mondo corre lontano e l’anima si libera, nella bolla di un silenzio vuoto e invitante.

A Marrakech ci si scioglie nell’hammam per riaprire gli occhi con la luce accecante del giorno. Pronti a ripartire carichi di energia e meraviglia.

Come arrivare a Marrakech

Voli low cost per Marrakech con la compagnia EasyJet

Il libro da leggere

La libraia di Marrakech (Ed. Mesogea, 2012) di Jamila Hassoune, curato da Santina Mobiglia

Sotto le stelle di Marrakech: posti per dormire

Riad Amazinghen nel cuore della Medina di Marrakech

Che fame! Mangiare a Marrakech

Le bancarelle di Djemaa el Fna, la piazza principale di Marrakech, fanno della città uno dei luoghi al mondo più celebri per lo street food. Da assaggiare il kebab, preparato con carne cotta al girarrosto, tajine d’agnello, couscous e la tipica zuppa speziata di pomodoro e ceci, harira.

Facciamo un break

La terrazza del Café Árabe in rue Mouassine 184 nella Médina di Marrakech è il posto giusto dove gustare un sorso di caffè di fronte alla meravigliosa scenografia della città

A caccia di relax

Maison Arab Les Bains de Marrakech, Hammam Hilton nl quartiere Targa: fatevi consigliare dalle donne locali, Marrakech vi stupirà con i suoi splendidi hammam

Shopping? Perdersi nelle labirintiche strade del souk di Marrakech è d’obbbligo: il mercato pricipale cittadino in rue Mouassine e Smarine vi farà perdere la testa tra montagne di dolci, piramidi coloratissime dove acquistare varietà di spezie da riportare a casa e regalare agli amici, té profumato e pezzi d’artigianato locale, fra cui tappeti.

Ricordatevi che a Marrakech mercanteggiare è un’arte, un segno di cortesia e persino una maniera per farvi nuovi amici.