Lo ammetto, le vacanze in autunno che non mi obbligano a stare in costume sono quelle che preferisco. Niente ansia da prestazione, niente bikini e pareo, e la pelle è candida e ammorbidita dal relax di un altro tipo di viaggio.
In autunno si possono scegliere tour enogastronomici e centri benessere che sono off limits quando il caldo è asfissiante: riuscite a immaginarvi una degustazione di Barolo o una sauna con 40 gradi all’ombra? Io no, ed è per questo che adoro il primo freschetto, i maglioncini di cotone, le prime tisane preparate alla sera.
Volete qualche idea sulle destinazioni?

Alto Adige

Lì è già fresco da tempo e i canederli si mangiano anche d’estate: le tinte dei boschi diventano gialle e il profumo nell’aria cambia. Le camminate si fanno per cercare funghi e al pomeriggio si può riposare in una SPA che profuma di legno.
Sarà che sento la stagione che cambia, ma la voglia di dormire in una stanza tirolese, in un letto morbido con un sofficie piumino comincia a farsi sentire.
Oltretutto ho recentemente scoperto cos’è la tradizione del Toerggelen autunnale: nasce come momento di confronto tra i diversi vignaioli, per assaggiare e degustare il vino novello, accompagnato ovviamente da piatti locali e le immancabili castagne. Un momento di confronto, crescita e scambio di tradizioni che ancora viene mantenuto nell’accoglienza del Südtirol.
Decisamente stimolante.

toerggelen
Un paio di opzioni?

Romantik Hotel Oberwirt a Marlengo (BZ), che offre diverse tipologie di camere e un’incredibile opzione per soggiornare da loro: la tenuta Eichenstein Chalet, un angolo di paradiso e bellezza in cui potrete dormire circondati dall’incredibile vigneto. Una bellezza senza pari.

Romantik Hotel Santer a Dobbiaco (BZ), un piccolo angolo di paradiso con SPA e suite stupende dai prezzi contenuti e dalle storie curiose: ogni suite è arredata a tema, a seconda del gusto e della storia dei ragazzi della famiglia Santer, quasi tutti campioni olimpici o atleti di grande fama.
Se mi dicessero scegline una? Stephanie, con baldacchino e vasca da bagno in camera.

Lombardia

La regione è grande, ma se mi dicono laghi, il mio collegamente è fin troppo rapido: lago d’Iseo, e ovviamente Franciacorta!
La celebre regione vinicola che produce il vino spumantizzato conosciuto in tutto il mondo, è densa di bellezze, e ovviamente di meraviglie per il palato.
Eventi continui fanno brillare la zola, che personalmente, adoro.
Un esempio? Il 13 settembre si terrà la Magnalonga, nella zona di Monticelli Brusati, una camminata che si snoda su 6 tappe gastronomiche dove potrete assaggiare dai casoncelli al burro al dolce… Ovviamente accompagnato da Franciacorta.

franciacorta
Quest’anno però è un anno speciale: a settembre, come ogni 5 anni torna la “Festa di Santa Croce” a Monte Isola, più comunemente conosciuta come la “Festa dei Fiori”. In due dei borghi medievali (Carzano e Novale), frazioni dell’isola adagiata al centro del Lago, dal 14 al 20 settembre 2015 tutte le case vengono ornate di rami di pino e migliaia di fiori e decorazioni fatte a mano. La sera, le luci rendono tutto magico.

festa fiori santa croce

Dove dormire?

Se dopo la fatica volete concedervi un lusso, un posto da suggerire è sicuramente il Romantik Hotel Mirabella Iseo, una tenuta circondata da piante e ulivi (ovviamente potrete degustare l’olio del loro frantoio a km Zero) che guarda al lago. Interessante anche se state cercando una location per il vostro matrimonio da sogno.

Emilia Romagna

Qui io gioco in casa, e quindi è difficile scegliere una tra le tante zone nel ricchissimo territoro emiliano. Una città che però consiglio sempre è senza ombra di dubbio Ferrara.
A misura d’uomo, passeggiabile in lungo e in largo.
Il Castello Estense, Palazzo Schifanoia, il Palazzo dei Diamanti: ogni angolo della città è una piccola perla.
Ovviamente non può mancare il cibo: sagre ed eventi gastronomici (come la sagra del Tartufo di Sant’Agostino), sono piacevoli aggiunte in una città già ricchissima. Sapete che in una delle viette accanto al Duomo c’è l’osteria più antica del mondo? L’enoteca al Brindisi è un posto caratteristico e dove si mangia bene, senza spendere troppo.

sagra tartufo di ferrara

Volete farvi accompagnare in bicicletta nella storia di questa città e nel suo denso entroterra?
Il modo più facile e interessante è lasciarsi guidare da uno dei tour del Consorzio Visit Ferrara, che vi assiste in tutto e per tutto nella scelta della vostra vacanza.
Un paio di esempi? Se siete curiosi di scoprire il territorio c’è il pacchetto di 6 giorni lungo la ciclabile destra del Po, che raggiunge la porta del Delta tra scavi archeologici, castelli ed escursioni in barca.
Per chi è più interessato al delta del Po, invece, c’è il pacchetto di 6 giorni che si snoda tra i lidi ferraresi, le spiagge fino ad arrivare alla città di Ravenna.
Le scelte, decisamente, non mancano.

E quindi, mettete via i bikini, è tempo di godersi le vere vacanze relax d’autunno!