La curiosità ha un prezzo. Di solito quello salatissimo delle guide turistiche, che spesso evitiamo per i costi troppo alti. E cosa ci sarebbe di più bello di scoprire Firenze low cost con una guida esperta, qualificata e simpatica, spendendo meno di quello che impieghereste per comprare un gelato in piazza della Signoria?

Adesso si può, con la splendida iniziativa di alcuni ragazzi che hanno creato un servizio di guide sharing, chiamato Beemyguide, che fa base a Firenze (dove meglio poteva nascere?) e si sta espandendo in tutta Europa.

Io mi sono fatta guidare da Claudia Vannucci per le strade di una soleggiata Firenze, e a ogni passo una curiosità, una storia, un racconto.

Perché sceglierli?

– Prima di tutto per il prezzo. Per un tour di un’ora alla chiesa di Orsanmichele e alle Corporazioni delle Arti e dei Mestieri a Firenze potreste spendere solo 5€. Un importo che per una guida specializzata e qualificata (in più lingue, oltretutto!) è assolutamente ridicolo (il prezzo medio di una guida è di circa 40€ l’ora).

– Premiate l’iniziativa di giovani intraprendenti che cercano di farsi strada in mondo decisamente difficile: le agenzie ovviamente devono trattenere la commissione e la paga che arriva a chi lavora è minima. Così pagherete (poco) loro, che raggiungeranno la tariffa oraria perché dividerete il costo con altre persone.

– L’iscrizione è istantanea: niente formulari lunghi che ti chiedono anche il numero di scarpe. Due informazioni e potrete iscrivervi a qualsiasi tour in un semplice click.

– Il pagamento è immediato con Paypal, e se il tour non parte perché non sono stati raggiunti i numeri minimi non si spenderà neppure un centesimo, visto che le transazioni sono solo pre-autorizzate.

– Sul sito il menù è chiaro: si sceglie la città, si scelgono i tour e l’orario.

La parte grandiosa è che il progetto si sta ampliando a diverse città in Italia e in Europa: in questo momento potreste prenotare un tour dedicato a Jack lo Squartatore tra le cupe vie di Londra per sole 10 sterline.

Ricapitolando: tour competitivi e fatti da guide autorizzate e specializzate, costi bassissimi e finanziamento a un’idea geniale per visitare davvero una città tramite la voce di chi la conosce e la ama.

Per 8€ io rinuncerei volentieri a una birra e mi godrei la Firenze più vera.