Sapevate che l’origine della festa degli innamorati risale al tentativo della Chiesa cattolica di porre termine a un rito pagano per la fertilità dedicato a un dio chiamato Lupercus? Intorno alla metà del mese di febbraio, gli antichi Romani celebravano infatti i Lupercali, una festa dove i giovani maschi si spogliavano, e frustavano le fanciulle per propiziarne la fertilità.
Fortunatamente siamo andati avanti, e oggi le fanciulle si aspettano cose ben diverse per il 14 febbraio. Sì, perché nonostante ci sforziamo nel dire che San Valentino è una festa che non ci interessa e che viene festeggiata solo dagli sfigati, non vedere un gesto romantico da parte del nostro compagno in fondo in fondo ci delude.
Quindi, se si accetta la propria condizione di “persona innamorata” o comunque “in coppia”, si devono accettare anche le regole che ne conseguono, e la prima è sicuramente quella di far felice la propria partner. E se il problema è capire come passare una splendida festa degli innamorati senza cadere nella noia e nella banalità, eccovi un suggerimento: un weekend (sì, perché il cielo ci viene in aiuto facendo cadere il 14 febbraio di sabato) in un posto speciale in Europa.

A voi la scelta!

Whitepod-Eco-Luxury-Hotel

Whitepod Eco-Luxury Hotel, Les Giettes – Svizzera
Progetto pionieristico con accampamenti High Tech dall’architettura avvincente, i cosiddetti pod, che poggiano su singole piattaforme in legno. Nel cuore della natura, a 1400 m s.l.m. con grandiosi panorami e ampia vista sul lago di Ginevra. Ogni pod è lussuosamente allestito con caminetto, bagno, terrazza e cucinetta.

Juvet-Hotel

Juvet Hotel, Valldal – Norvegia
Su una sponda del fiume, tra betulle, pioppi e pini, si trova lo Juvet, primo Landascape Hotel in Europa. Gli architetti Jensen & Skodvin hanno creato un hotel che si fonde completamente con il paesaggio incontaminato in cui sorge. Il risultato è un insieme di sette piccole palafitte in legno e vetro, caratterizzate da interni bui per evitare di distogliere l’attenzione dal paesaggio, protagonista indiscusso dell’intervento.

Villa-Cheminee

Villa Cheminée, Nantes – Francia
Nei pressi della più grande centrale termica francese si trova Villa Cheminée, una piccola casetta sistemata a 15 metri di altezza su una torre realizzata nel 2009 dall’artista giapponese Tatzu Nishi.
Dalla camera da letto ubicata al piano superiore è possibile godere di un’eccellente vista sulla Loira, mentre al piano terra si trova una piccola cucina, il bagno e un piccolo giardino.

Sala-Silvermine-Underground-suite

Sala Silvermine Underground suite, Vastmanland – Svezia
Situata a una profondità di 155 metri, la suite è scavata nella roccia e fa parte di un’antica miniera, un tempo adibita all’estrazione dell’argento e ora trasformata in Ostello (15 stanze classiche) e centro in cui effettuare escursioni del sottosuolo.

La Balade des Gnomes Heyd Nr Durbuy - Belgio

La Balade des Gnomes, Heyd Nr Durbuy – Belgio
La Balade des Gnomes è un albergo magico e unico nel suo genere, dove le 10 camere da letto sono all’interno di un cavallo di Troia, in una tana dei Troll, sotto una tenda nel deserto, in una capsula lunare, nella casa Gaudì o in un appartamento andaluso. Tutte ambientazioni fantastiche e riuscite a pennello.

Tree-Sparrow-treehouse

Tree Sparrow treehouse, Helston – Regno Unito
Il tree Sparrow treehouse si trova su una penisola incontaminata della Cornovaglia, ed è stato costruito da Jonathas, un artista che voleva costruire una casa sull’albero per i suoi figli. Diventata un fantastico hotel arroccato sui rami di un albero con vista mare, da dove si godono tramonti spettacolari, alla casa si accede attraverso una scala di legno tra liane e i rumori della foresta.