A chi pensa che la sottoscritta viva solo di serie televisive dico subito AVETE RAGIONE, ci avete azzeccato in pieno.

In questi ultimi anni poi, il genere ha subito una crescita esponenziale, sia in termini di successo che di qualità.
Immaginate di lasciare un bimbo al parco divertimenti 365 giorni l’anno, senza scuola o altri doveri: ecco, mi sento un po’ così.

Non solo tv: amo anche il cinema, pur non essendo “ferratissima” sull’argomento.
Mi piace sedermi in sala, sentire il profumo dei pop corn, vedere un po’ di tutto (no supereroi, per favore), far finta di capirne qualcosa e darmi un tono commentando il film appena finito.
Insomma, sono una frequentatrice “media”, non proprio una cinefila incallita.

Dopo questa premessa, che maschera due manone messe avanti per evitare eventuali critiche, posso dire fermamente che ADORO Quentin Tarantino.
Il Tarantino di Kill Bill, ma anche quello di Le Iene, dello special episode per CSI, (ovviamente) di Pulp Fiction e Django Unchained.

django-serie-tarantino

Il film, acclamato dalla critica, ha ottenuto ben cinque nomination agli Oscar 2013, portandosi a casa due statuette: quella per la miglior sceneggiatura originale e l’Oscar al miglior attore non protagonista, Christoph Waltz.

Tarantino, che pochi giorni fa ha presenziato all’ultima edizione del Festival di Cannes, ha rilasciato diverse dichiarazioni sul suo futuro da regista.

quentin-tarantino

In occasione del ventesimo anniversario dell’uscita di Pulp Fiction, che nel 1994 vinse l’ambita Palma d’Oro a Cannes, il regista fa un’attenta analisi su mondo del cinema e sulla sua rapida evoluzione in questi anni:

Il cinema, come lo intendo io, è destinato a morire nell’era digitale. Quelli come me, che amano la pellicola, sanno che è un’opportunità per i giovani, è la democrazia del cinema, ma sarà anche la sua morte. Spero che le prossime generazioni, più romantiche e intelligenti, riscoprano l’amore per la pellicola e possano apprezzarla.

django-dicaprio

Dopo le critiche alla nuova era cinematografica, Tarantino ha annunciato, durante la conferenza stampa, di volere una una miniserie su Django Unchained:

Ho 90 minuti di materiale inedito su Django. Voglio montare una versione di quattro ore e trasformarla in una miniserie tv di quattro puntate. Mi piacerebbe presentare il progetto ad una tv via cavo. La gente adora le miniserie, sono sicuro che apprezzerebbe.”

tarantino-django

Ne sono sicura anche io Quentin, per quanto poco (anzi, facciamo nulla) possa interessare.
Se anche Tarantino si è “convertito” al mondo delle serie tv, posso velocemente dismettere i panni di finta cinefila e aspettare con ardore questo nuovo progetto.

Fonte: The Guardian

Photo Credits: Google Immagini