Lo stile nordico nasce fra il XIX e XX secolo, promosso dal pittore svedese Carl Larsson, che era solito raffigurare una casa di una tradizionale famiglia scandinava, dove gli interni erano chiari e spaziosi, caratteristiche di base poi riprese nelle case di tutto il Nord Europa.

Paesi come Svezia, Norvegia, Danimarca e Finlandia, vivono inverni rigidi dove hanno a disposizione poche ore di luce, e per questo motivo nelle loro case la predominanza di colori chiari e leggeri diventa fondamentale proprio per rendere i loro spazi più luminosi. La predilezione degli spazi ampi è anch’essa derivata dal clima, poiché si rende necessaria un’abitazione che agevoli la vita all’interno, anche a livello sociale, in compagnia di amici e tutti i componenti della famiglia.

Alcune differenze si sono però evolute per distinguere le abitazioni dei diversi paesi del Nord Europa:

le case svedesi prediligono il minimalismo, quelle danesi sono caratterizzate dal romanticismo, gli interni finlandesi sovente giocano sui contrasti tra bianco e nero. Rimangono però i comuni denominatori del colore bianco, dell’essenzialità degli arredi, dalla predilezione per gli spigoli smussati e arrotondati per assecondare i movimenti del corpo umano, della praticità degli accessori, dall’elegante naturalezza della sua semplicità e dalla predilezione di materiali naturali come il legno, il cotone, il lino, la pietra e la lana.

Tra i paesi nordici, la Danimarca è riuscita ad affermarsi nel mondo grazie ai suoi prodotti e allo stile dei suoi designers. Hans Wegner, uno di questi creativi danesi, spiega così lo stile della sua patria: “molti mi chiedono come si crea lo stile danese, e io rispondo che si tratta di un continuo processo di purificazione e semplificazione“.

Tonalità incolori con la predilezione per il bianco, il ghiaccio, le palette pallide. Tessuti in fibre naturali di cotone, lino, lana e mussola in toni neutri. Pavimenti in legno puro con l’aggiunta di tappeti in lana. Pochi mobili confortevoli, di solito disposti attorno a un punto focale, come una stufa o un camino. Complementi come specchi per riflettere la luce naturale, lampade con paralumi in tessuto, cesti di vimini, ghirlande naturali.

E nella settimana più cool dell’anno a Milano, quella dedicata al Salone del mobile e al relativo Fuorisalone, il design danese non poteva mancare.

Arredamento, oggettistica per la casa e tantissimo altro in un itinerario da scoprire.

 

Le tappe dedicate alla casa:

Republic Of Fritz Hansen

Republic-Of-Fritz-Hansen

Situato nel cuore di Brera, lo store di questa azienda danese, nata nel 1872 e nota per la qualità del prodotto e per la produzione di alcune tra le più importanti icone del design classico, vuole essere  un punto di riferimento per chiunque guardi alla tradizione scandinava, reinterpretata però in chiave contemporanea.

Corso Garibaldi, 77

 

Carl Hansen & Søn

Carl-Hansen

Azienda danese fondata nel 1908, è stata una delle prime realtà industriali a credere nella complicità tra artigianato e produzione seriale. Produce sedute, divani, librerie e tavoli di legno che riflettono 100 anni di storia con una ferma passione per l’artigianalità.

Piazza Paolo VI/Via Delio Tessa

 

HAY

Hay

La rispettiva collezione HAY e Wrong for Hay è ospitata in uno spazio di oltre 900 mq nel cuore di Brera, dove sono esposti mobili, tessuti, accessori e lampade. Un corner dell’esposizione è dedicata all’HAY Mini Market, dove sono proposti una selezione di prodotti acquistabili.

Via Ciovassino, 3A

 

– Björk Side Store

Bjork-Side-Store-

Una location dove trovare il vero mondo scandinavo. Alimenti, bevande, accessori, tessuti e arredi che svelano il perfetto stile nordico.

Via Panfilo Castaldi, 20

 

Tiger

Tiger

Design, fantasia e creatività low-cost sono le caratteristiche di questa catena, nata a Copenhagen quindici anni fa, che sta rivoluzionando il mercato, proponendo un design scandinavo con un pizzico d’ironia.

Via Meravigli, 1

 

MC Selvini

Selvini

Punto di riferimento per il design danese e scandinavo, in collaborazione con PP Møbler ospita una mostra per celebrare il centenario della nascita del designer danese Hans Wegner, considerato tra i maggiori rappresentanti dell’organicismo, che ha influenzato la produzione di molti designer scandinavi.

Via Poerio, 3

 

Segui #denmark4design sui social per conoscere l’eleganza della semplicità lineare e la purezza del design danese.

Altre info su: http://www.visitdenmark.it/it/danimarca/denmark4design