Questo DIY, in realtà, nasce molto tempo fa, quando ho avuto la brillante idea di comperare un portaoggetti per la doccia al Lidl (come quello nella foto). Sì, di quelli avanguardisti che si attaccano al muro con le ventose che neanche i dadaisti. Ovviamente, tipo il secondo giorno, è caduto e si è rotto. Evvai…

Ma in mezzo a quella Caporetto igienica, tra bagni schiuma e shampoo caduti, c’era un bel pezzo di metallo cromato che mi stava guardando. L’illuminazione è venuta dopo due anni (per la gioia del mio fidanzato): ho deciso che sarebbe diventato un bel svuotatasche da ingresso.

 

portaoggetti con contenitore per la doccia

 

Cosa serve:

– Un portaoggetti da doccia da rompere, per i più anticonvenzionali. O un qualsiasi altro oggetto dalla caratteristiche simili per tutti gli altri;

– I cari e vecchi ritagli di feltro;

– Colla a caldo;

Per prima cosa ho ritagliato le strisce di feltro, tra quelli trovati tra gli avanzi dei colori, che più mi aggradavano.

Fate attenzione che siano molto più lunghe dell’oggetto perché, intrecciandosi, si accorceranno. È meglio avere una rimanenza alla fine.

 

Portaoggetti strisce di feltro

 

Poi ho semplicemente fatto passare le striscioline attraverso le aste di metallo, come una trama. Le ho intrecciate tutte nella stessa direzione senza alternarle, per non avere alla fine la chiusura dal lato visibile.

 

Portaoggetti come realizzarlo

 

Per finire, alle estremità ho fissato le striscioline con della colla a caldo. Ustionandomi le dita, sì.

 

Portaoggetti strisce

 

Ed ecco fatto un bel posticino dove appoggiare le chiavi quando rientro in casa la sera. Inoltre, grazie al feltro non si rovinerà neanche la superficie dei mobili.

 

portaoggetti in feltro finito

 

Ciao alla prossimaaaa