A Milano, lunedì 16 e martedì 17 settembre arrivano la grazia, la fantasia e le tele di Olimpia Biasi.

L’artista trevigiana di fama internazionale è ospite della Biennale di Venezia 2013 e presenta la propria mostra alla Galleria Antonia Jannone, lunedì 16 alle ore 18:30.

Olimpia, cresciuta nella campagna trevigiana e in un paese fortemente legato alle sue antiche radici, si è da subito distinta come pittrice per vocazione e giardiniera per “induzione”. Nella sua terra ha trovato un anonimo e vecchio fabbricato affacciato su una terra spoglia e gli ha ridato vita con un paziente restauro, curato personalmente. Qui ha coltivato le sue piante da cui sono scaturite storie romanzesche.

Le sue opere artistiche, di piccolo e prezioso formato, mettono in connessione la poesia dell’illustrazione con il mondo naturale. Protagonisti di primo piano il gelso, i colori cangianti delle euforbie, il finocchio, le aquilegie, le digitali, foglie, pollini e insetti, ma anche la fantasia, la creatività e la passione per la natura.

Inoltre, a raccontare del suo carattere, delle sue doti artistiche e della curiosità che pervade la sua arte, il libro “LAGAPANTODILUCHINO e altre storie vegetali nel giardino di Olimpia”. L’opera letteraria ripercorre, attraverso la scrittura e le illustrazioni, la sua passione per il mondo naturale, scaturito dalla sua personale esperienza di vita.

Alla mostra saranno esposte anche alcune delle tavole più belle contenute nel libro, oltre a una selezione di altre opere pittoriche messe a disposizione dall’artista.

L’atmosfera del giardino verrà ricreata grazie alle importanti rose inglesi, antiche e moderne, che Marco Mazza, progettista di giardini ed esperto di rose, proprietario di Castello Quistini, porterà per l’occasione.

 

  • smart-city-turchia-gaziantep
  • turchia-gaziantep-pistacchi
  • turchia-pistacchi-calore
  • gaziantep-turchia-green-city