Il 6 aprile comincerà la quarta stagione del Trono di Spade, uno degli appuntamenti televisivi più attesi del 2014 televisivo.

Una delle caratteristiche che hanno reso famosa la serie HBO è la facilità con cui il suo creatore, George R. R. Martin, uccide i suoi personaggi. Proviamo dunque a immaginare i criteri con cui sceglie le sue vittime.

Sul fronte cinema, invece, questa è la settimana di 12 anni schiavo, ultima fatica di Steve McQueen: 9 nomination agli Oscar del 2 marzo, per quello che da molti è considerato il miglior film dell’anno.

 

Trono di spade, cinici vs romantici, ecco il criterio usato per uccidere i personaggi

Mi rivolgo agli appassionati del serial più figo del momento: Game of Thrones, il Trono di spade. […] Immaginiamo che i valori di cinismo e romanticismo dei personaggi siano su una scala decimale e che la loro somma debba fare sempre 10. A questo punto se proviamo ad assegnare i valori scopriremo che i personaggi “romantici” o quelli che diventano “romantici”, vengono subito puniti con la morte. Insomma, il criterio che usa George R. R. Martin per salvare o uccidere i suoi personaggi è questo: se sono romantici e sentimentali, li uccide; se sono cinici e spietati, li salva. (per leggere il post completo clicca qui)

 

Il film dell’anno è 12 anni schiavo

12 anni schiavo è uno di quei film che escono ogni 10 anni per potenza emotiva, ampiezza di respiro, intensità, impatto visivo e interpretazioni. Di quelli che lasciano una cicatrice nel profondo dell’animo e spalancano una finestra su vite spezzate dalla malvagità dell’uomo. Paragonabile solo a capolavori del calibro di Shindler’s List. Opere di denuncia e, allo stesso tempo, coraggiose […]

(per leggere il post completo clicca qui)