Chi odierebbe essere invitato alla presentazione di un intera gamma di moto che vedrà il concessionario non prima della fine dell’anno in corso? Nessuno. Anche se un po’ queste occasioni mi sembrano sempre il solito teatrino. Nuove moto in bella vista, presentazione multimedialinterattive sempre più accattivanti, mille parole, mille migliorie, tutto meglio.

Ma la differenza si sente veramente da un anno all’altro? Si sente ed è notevole.
Salgo subito sulla mia preferita, l’exc 450, sono uno spaccone, nessuno usa questo motore al 100%, professionisti a parte, ma i motori mi sono sempre piaciuti più potenti di quanto sapessi gestire, amo essere tenuto al mio posto dai cavalli rabbiosi.
La moto è subito differente, l’ergonomia è migliore, come ogni anno, dell’anno precedente, compie un ulteriore passo nel suo percorso evolutivo, la novità è che ha ereditato la snellezza della gamma cross, addio deflettori larghissimi, benvenuta affilatezza chirurgica.

Una cosa che mi colpisce subito è il nuovo design del parafango, accessorio apparentemente banale ma da sempre simbolo della ricerca Ktm, i primi ad aver capito che un parafango rigido evita di trasmettere instabilità alla ruota anteriore. Quello nuovo è monoscocca, ancora più rigido e ancorato in modo nuovo.

La metto in moto. Poche cambiate di marcia ed è subito chiaro che è un altra moto, l’elettronica rende il tutto più gestibile e sopratutto sui terreni Sardi, secchi e pietrosi, permette di trovare confidenza subito e imparare più velocemente a gestire la potenza notevole del 450. Quindi manubrio alla vita e pressione sulle pedane per le derape più spinte. La Ktm mette a disposizione uno switch (35€) che permette di passare alle varie mappature velocemente. In pratica se il terreno diventa troppo accidentato o vi siete impauriti potete ridurre la potenza aumentando la trazione per gli inesperti, viceversa potrete sprigionare potenza libera a vostro rischio e pericolo. Il quattro e mezzo è cattivo.

In conclusione la moto è veramente migliorata, stanca di meno, si sfrutta di meno e ha una trazione incredibile, molto superiore alle passate versioni. Per quelli che stanno storcendo il naso perché non ha i leveraggi progressivi ho un consiglio: provatela!
Qui sotto potrete vedere i video che ho girato con Fabio Fasola in sella al 250 4t e al 300 2t. Da lui sentirete pareri più specifici, io resto innamorato dal 450 e stupefatto dal 250 che è una moto completamente nuova e capace di farvi dimenticare vecchie convinzioni su questa cilindrata che dal 2014 non si potrà più chiamare minore!

exc 250 4t

exc 300 2t