Ormai li chiamano “cooking show“: sono i programmi tv in cui talento ed estro in cucina fanno da padroni.

Masterchef, enorme successo negli Stati Uniti, è sbarcato da pochi anni anche qui da noi in Italia, portando ad un livello altissimo la competizione televisiva nel campo dei “talent culinari“.

Le prime due edizioni hanno registrato ascolti record e Sky si prepara a replicare con il debutto della terza stagione questa sera, alle ore 21.10 su Sky Uno.

Le puntate sono state registrate nel corso di questa estate, perciò il vincitore è già stato scelto. Nessuna indiscrezione è trapelata.

Quali sono i punti di forza dello show, se escludiamo il concept accattivante, già collaudato nelle edizioni straniere?

Ovviamente i giudici: Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich non sono solo esperti e maestri nel campo, ma riescono anche a gestire egregiamente tempi e ritmi televisivi. I tre, temutissimi dai concorrenti e spesso spietati nei giudizi, sono ormai diventati delle star del piccolo schermo.

Altra nota positiva del programma è senza dubbio l’alto livello della competizione: a sfidarsi sono solo alcuni tra i migliori cuochi amatoriali in tutta Italia, che preparano e compongono piatti degni dei migliori ristoranti.

Non mancano i “personaggi“: ogni concorrente ha infatti un carattere e una personalità che lo distingue dagli altri, facendo spesso spiccare i più particolari.

Masterchef, dopo sole due edizioni, ha raggiunto un livello di popolarità tale da poter eclissare show più longevi. Un sintomo di questo successo sono senz’altro le parodie dedicate al programma: come dimenticare il “Bastardchef” di Maurizio Crozza?

Tutto pronto quindi per questa nuova edizione del talent, che promette sfide più difficili e giudizi ancora più severi: i tre giudici non hanno intenzione di “rammollirsi”, non dopo aver annunciato che il livello di preparazione dei concorrenti è notevolmente salito rispetto alle scorse edizioni.

Appuntamento fissato per stasera, 21.10 su Sky Uno. Nel frattempo, ecco un video che raccoglie tutti i giudizi più spietati delle edizioni passate: