Luglio, tempo di vacanze. Soprattutto per i milanesi, che appena arriva il fine settimana si danno alla fuga. Mare, montagna, campagna, non importa la destinazione, quello che importa è scappare dalla città e dalla calura.

Ma, fortunatamente, ci sono ancora dei coraggiosi che non temono afa e zanzare e passano i sabati e le domeniche a bighellonare per le vie di Milano con un’unica idea in testa: trovare un po’ di refrigerio.

Qualcuno va al parco, qualcuno gira per negozi solo per godersi un po’ di aria condizionata, qualcuno si fionda al cinema per vedere un film. Poi un bell’aperitivo al fresco ed è già lunedì.

Ma per non pensare al lavoro prima del tempo, perché non distrarsi con una bella mostra?

Ecco alcuni spunti:

ALFRED HITCHCOCK  nei Film della Universal Pictures – Palazzo Reale, fino al 22/09/2013, ingresso 8 euro

«La mostra racconta la figura di Alfred Hitchcock attraverso i principali capolavori firmati Universal Pictures, la celebre casa di produzione che, acquisendo la Paramount Pictures, ha prodotto i suoi film dal 1940 al 1976. Settanta fotografie e contenuti speciali provenienti dagli archivi della major americana consentiranno al pubblico di immergersi nei backstage dei principali film del mago della suspense, scoprendo particolari curiosi sulla realizzazione delle scene più celebri, sull’impiego dei primi effetti speciali, sugli attori e sulla vita privata del grande maestro».

GUIDO CREPAX Ritratto di un artista – Palazzo Reale, fino al 15/09/2013, ingresso libero

«La prima esposizione dell’opera di Guido Crepax a 10 anni dalla sua scomparsa e a 80 anni dalla sua nascita (15 luglio 1933). Fumettista, illustratore di libri, giornali, copertine di dischi, designer pubblicitario, scenografo di teatro, designer per oggetti di largo consumo e creatore di giochi in ambito familiare: per la prima volta la mostra mette in primo piano l’autore più che Valentina, il personaggio che lo ha reso celebre in tutto il mondo».

Quelli che… MILAN INTER ’63 – La leggenda del Mago e del Paròn – Palazzo Reale, fino al 08/09/2013, ingresso 8 euro

«A Milan ghè ’l pan, ricorda un vecchio proverbio meneghino. Ce n’era per tanti, forse per tutti, in quei primi anni sessanta che il boom economico aveva reso fastosi e spensierati. Tra i tanti che arrivarono in cerca di fortuna, qualcuno oltre al pane trovò anche il companatico. Per esempio un argentino giramondo a nome Helenio Herrera e il triestino asburgico Nereo Rocco. Grazie – anche – a loro, nel maggio del 1963 all’improvviso Milano divenne capitale del calcio europeo, cominciando a prenotare anche il tetto del mondo. Benvenuti a questa riscoperta della loro epopea». (Gigi Garanzini)

Premio Mies van der Rohe 2013 – Triennale, fino al 01/09/2013, ingresso libero

«Il Premio, nato per un’iniziativa congiunta della Commissione Europea e della Fundació Mies van der Rohe, riconosce l’eccellenza architettonica e valorizza l’importante contributo dei professionisti europei allo sviluppo di nuove idee e tecnologie, offrendo sia agli individui che alle istituzioni pubbliche l’opportunità di comprendere meglio il ruolo culturale svolto dall’architettura nella costruzione delle nostre città. Il Premio mira inoltre a supportare i giovani professionisti all’inizio della propria carriera. A ogni edizione biennale, le opere nominate, che devono essere state completate nei due anni precedenti, sono selezionate da un gruppo di esperti indipendenti, membri dell’Architects’ Council of Europe (ACE) e da altre associazioni nazionali di architetti».

E poi ce ne sono tante altre

Enjoy!