Da quando la bici è diventata un oggetto di moda? È un nuovo modo per raccontare a chi ci incrocia per strada la nostra personalità, i nostri valori e le nostre aspirazioni? Non è chiaro quando, ma è chiaro che sia successo. Per rendersi conto dell’attualità e delle potenzialità di questo nuovo concept basta girare per il centro di ogni grande città, da Milano a Londra, da New York a Sydney. Con il diffondersi di questa nuova tendenza, ovviamente sono fioriti nuovi business pronti a soddisfare una domanda sempre maggiore di biciclette stilose da città.

Business nuovi che vivono una doppia vita tra il web e l’officina. Business che mirano a creare community di clienti-bikers-maniaci sia online che nei loro spazi fisici. Business caratterizzati da una vocazione chiara per il bespoke e per la relazione one-to-one con il cliente. Business che fin dai primi passi si riconoscono in una visione indiscutibilmente glocal del mercato.

Per comprendere meglio questa nuova tendenza abbiamo intervistato il simpaticissimo Frank, socio fondatore di Nolobi Italia, una startup che ha lo scopo di promuovere e commercializzare le biciclette Nolobi nel nostro Paese. “Nolobi nasce circa un anno e mezzo fa in Inghilterra, grazie all’idea di Alex e Sam, un designer e un produttore di biciclette inglesi. Quando ho conosciuto le biciclette Nolobi mi sono subito innamorato del loro stile e ho deciso di aprire Nolobi Italia insieme ai miei soci Matte, Lele e Gian. Vogliamo che quello di Nolobi diventi quanto prima un business globale, anche se per ora siamo operativi solo in Inghilterra, Cile e Italia. Le nostre prossime incursioni saranno in Spagna e in Francia per poi pianificare uno sbarco in grande stile negli USA”.

Mercati così lontani tra loro richiedono, in parte, prodotti diversi e pertanto l’espansione di Nolobi dovrebbe avvenire attraverso una serie di filiali, gestite da appassionati in grado di tenere il polso del proprio mercato. “E poi c’è il discorso della costituzione di una community che è il nostro primario obiettivo di marketing e che può essere raggiunto facilmente da persone che vivono quotidianamente il mercato su cui devono operare. Le bici Nolobi sono acquistabili in Italia, online attraverso un canonico sito di e-commerce. Tuttavia per noi è importantissimo parlare direttamente con il più grande numero possibile di clienti. Vogliamo partecipare personalmente alla costituzione della community, capire che bici vogliono i nostri clienti, quali sono i loro feedback sui nostri prodotti e anche conoscere i problemi che incontrano nella gestione dei nostri prodotti. Tutto questo perché Nolobi non è solo un prodotto, ma vogliamo che diventi un’esperienza di mobilità con stile e qualità”.

In Italia si vendono in media 1.700.000 biciclette all’anno, di cui circa il 25% sono bici da città. Ma online c’è ancora poco business per questo genere di prodotto. “La scelta di presentarci online è dovuta al fatto che questo canale permette di innovare più rapidamente rispetto ai canali tradizionali. Permette di aggiornare il nostro assortimento continuamente – gli accessori ci stanno regalando grandi soddisfazioni – e permette di incentivare la creazione della community di fan-clienti attraverso iniziative specifiche. Inoltre noi vogliamo vendere bici personalizzate di qualità ad un costo giusto. Il nostro obiettivo non è quello di generare un prodotto customizzato di lusso, un gioiello. Vogliamo un prodotto da usare ogni giorno. Questo vuol dire raggiungere il miglior rapporto qualità prezzo possibile e Internet offre delle significative economie per raggiungere questo secondo obiettivo. Infine l’estetica dei nostri prodotti viene studiata a tavolino. Tuttavia noi vogliamo che ogni cliente possa personalizzare i modelli di base e in questo il web è sicuramente più efficace di qualsiasi altro canale. Stiamo progettando, infatti, dei configuratori di prodotto da integrare direttamente sui nostri siti web”.

Una tendenza nuova, quella delle city-bike stilose, che si inserisce nel filone dei nuovi prodotti green, non più pensati per richiamare estetiche grezze, materiche e pauperiste, pensati invece per promuovere una nuova estetica, un gusto eco-chic, particolare, ricercato e assolutamente smart. “La city-bike con stile nasce per il desiderio delle persone di distinguersi e di esprimersi. La bici diventa un oggetto di moda, come è successo agli occhiali o agli orologi, un nuovo accessorio di abbigliamento. Ed è per questo che noi crediamo che la nostra realtà sia destinata a crescere e a perdurare, perché si allinea ad un trend destinato a esplodere e a solidificarsi. Una tendenza che noi vogliamo che diventi un volano per il nostro business”.