Natale si avvicina, la corsa al regalo pure. E le idee? Beh – a meno di essere un programmatore seriale di regali, del tipo che in vacanza a Taormina il 12 agosto si accaparra quella gustosissima farina di pistacchi così giusta per la zia – le idee di solito languiscono e ci si ritrova il 24 dicembre con il pacco dono dell’azienda da rifilare – riciclato – ad amici e parenti.
Ma siamo sicuri che le bollicine di uno spumantino di dubbia qualità siano quanto di meglio possiamo offrire per rendere più frizzanti i festeggiamenti? E la nostra amica del cuore, che si è smazzata tutte le nostre paturnie senza mai dare segni di cedimento, si merita davvero il solito cappello con il pompon, invece di qualcosa di più spumeggiante?

No, no e ancora no. La parola d’ordine, quest’anno, è solo una: vibrazione. I nostri regali devono far vibrare i cuori, devono diffondere benessere, devono far comparire sul volto del destinatario un’espressione di vero piacere.
Sì, avete letto bene: vero piacere. Che non è solo emozione, neuroni che saltano dalla gioia, stelline negli occhi e compagnia bella; il vero piacere sa anche essere più disimpegnato ma allo stesso tempo intenso, più carnale ma allo stesso tempo giocoso. Persino più giocattolo. Magari vibrante. Magari camuffato sotto le mentite spoglie di un comodo rossetto da tenere in borsa.
E, in questo caso, Valeria Benatti, giornalista e voce storica di Rtl 102.5, è la persona giusta al momento giusto, la fatina che farà spuntare il sole sul volto incupito dalle abbuffate natalizie delle nostre amiche più care. La sua bacchetta magica è un cofanetto rosso, che contiene il suo romanzo Love Toys e un gadget foriero di gratificanti vibrazioni (Valeria Benatti, Love Toys, Giunti Editore, libro in cofanetto con gadget, pp. 192, € 19,90), discreto e non sfacciato, come si conviene a una gentildonna.

Love Toys è la storia di Daphne, «una donna che non si lascia abbattere dalla crisi e dal grigiore che la circondano e che invece prende in mano la sua vita e la rigira come un calzino. Davanti a un matrimonio in letargo e con l’azienda per cui lavora in cassa integrazione, Daphne decide di lanciarsi in un’impresa nuova e decisamente originale: vendere sex toys a domicilio. Comincia così la sua avventura rocambolesca, in cui la nostra eroina deve combattere contro pregiudizi e malelingue, paure ancestrali della sessualità e bigottismi ancora radicati. Ma la sua energia positiva, le sue vibrazioni innocenti e la sua carica esplosiva produrranno risultati impensabili in tutto il paese. Accanto a Daphne si muovono un marito-orso, un padre diacono timorato di Dio, una madre francese e snob, tante amiche dai caratteri diversi e varie persone che grazie alla missione di Daphne scopriranno piaceri mai immaginati prima. È una favola rosa piena di personaggi buffi e ragazzi imbranati, con tante fantasie sessuali inconfessabili e trucchi imperdibili per migliorare la vita di coppia».
Insomma, per questo Natale diciamo no ai regali-muffa. Diciamo sì ai piaceri inaspettati!

love-toys

E se volete fare due chiacchiere con l’autrice, mercoledì 26 novembre alle 18:30, Valeria Benatti sarà al salone Charme&Cheveux (Via Marsala 9, Milano) per presentare Love Toys, in compagnia della giornalista Viviana Musumeci e con la partecipazione straordinaria di Daphne Vibrante.
Non mancate!

presentazione-love-toys-charme-cheveux