Cos’hanno in comune Mark Zuckerberg, Sir Alex Ferguson, Britney Spears e Lars Ulrich dei Metallica? A parte il successo globale dovuto a ciò che sanno fare, apparentemente nulla. Età diverse, attività diverse, diverso modo di vestire e di esprimere il proprio genio. Probabilmente alcuni di loro non si andrebbero neanche a genio se si conoscessero. Tuttavia, tutte queste celebrità hanno avuto occasione di esprimere il proprio entusiasmo per l’ultimo nato tra i social media. Stiamo parlando di Spotify, un social media che si presenta come la “colonna sonora della tua vita”. Perché non farlo diventare la colonna sonora di uno spazio retail?

Social Media & Retail, il binomio magico del 2013 per chi il retail lo studia, lo osserva o lo genera.

Come integrare il web 2.0 con lo spazio commerciale? Come implementare una strategia sul web che sia funzionale al successo del retail fisico? Come trasformare un successo brick and mortar in un successo click and mortar?

Non è facile trovare una risposta univoca a quesiti di questo tipo. Meglio studiare caso per caso. Tuttavia, utilizzando Spotify, mentre lavoriamo abbiamo pensato a come si potrebbe utilizzare questo social in maniera funzionale a promuovere un negozio e l’idea che esso comunica. E volevamo condividere con voi alcune delle nostre considerazioni.

Lo spazio commerciale e la musica vanno a braccetto ormai da anni. Anzi, sono pochi i negozi che non accolgono la propria clientela con la radio accesa. Dai locali ai negozi di moda, dalle banche ai fast-food, ogni spazio retail ha la propria colonna sonora. Allora, perché non fare lo stesso anche sul web? Perché non creare anche su Internet un ambiente che accolga le persone che visitano il lato virtuale dello spazio retail con la radio accesa?

Inutile dire che il software offre immense possibilità di condivisione della propria playlist sugli altri social, fino a permettere agli utenti di trasformarsi in vere e proprie stazioni radio, che gli iscritti a Spotify possono ascoltare. Inevitabile pensare alle possibilità di raccontarsi attraverso la musica, presentare alle persone che visitano i profili social dello spazio retail la “musica” di ciò che troveranno nello spazio fisico. Uno strumento in più per anticipare la retail experience vera e propria e, perché no, incoraggiarla. Un modo nuovo per raccontare il proprio brand, il proprio lifestyle, la propria promessa di valore.