Ci sono alcune discipline che, nell’immaginario moderno, vengono associate a donne non più giovani e alla diffusione attraverso vecchi canali come le riviste cartacee: una di queste è il ricamo.Di recente invece, curiosando su Etsy, mi sono imbattuta negli schemi progettati da una giovane donna innamorata del punto croce e da lì è partita la mia ricerca…

LsImg02

Ho incontrato Laura per soddisfare la mia curiosità. Ho subito trovato nel suo aspetto molti punti in comune con le sue creazioni: femminile, semplice ed elegante allo stesso tempo, giovane e sicura di sé. Ha trovato nelle “crocette” il suo modo di esprimersi. Nel suo blog The Little Stitcher si presenta così: “C’era una volta, in un tempo passato, seppur forse ancora presente, una piccola ricamatrice dagli occhi ridenti, che trascorreva molte delle sue ore a disegnare, ricamare e cucire ciò che la natura e l’ispirazione raccolta laddove ne trovava, le suggerivano”.

LsImg03

Mi racconta di aver imparato a cucire dalla nonna quando era una bambina e di aver iniziato a ricamare modelli classici con fiori e animali che però non la soddisfavano e così dopo pochi anni ha deciso di riporre i suoi aghi. Alcuni anni fa invece ha scoperto lo stile “Primitive” di cui si è immediatamente innamorata: “È stata la mia ispirazione per ricominciare a ricamare nuovamente”.

Le domando cosa l’abbia spinta a disegnare gli schemi dei suoi ricami: “Penso che lo stile Primitive sia molto stimolante e arriva da un passato che chiede di essere riscoperto. Ho cominciato a progettare perché sento mio questo genere e sento il “bisogno” di rendere concreto ciò che mi suggerisce la mia ispirazione.”

Quali sono i tuoi soggetti preferiti? “Amo disegnare piccoli animali, “ambienti da favola”, giovani donne o nonne con animali e simboli antichi. Amo cervi e alberi, boschi e luoghi incantati. I miei soggetti preferiti sono quelli che la natura mi ispira. Attingo da favole, romanzi e storie antiche per progettare i miei soggetti: le antiche tradizioni sono molto importante per me e tutti i miei disegni raccontano una storia. Mi piace mostrare un mondo passato ma stimolante, un ritorno agli anni felici dell’infanzia. Vorrei illustrare una vita semplice, fatta di cose semplici e di armonia. Una vita da vivere vicino alla natura e ancora piena di gioia e bellezza. Una vita autentica.”

La cosa che mi ha colpito di più è vedere come hai affiancato a questi temi arcaici lo sfruttamento delle potenzialità del web: quali social utilizzi? Cosa mi racconti di Etsy? “Per iniziare a far conoscere i miei disegni ho aperto un blog tramite Blogspot.com, che è molto frequentato e attivo nell’ambito della diffusione di opere creative. Moltissime delle più grandi creatrici di disegni, modelli e progetti da realizzare con ago e filo hanno iniziato nello stesso modo, e questo è stato un punto di partenza eccezionale anche per me. Nel gennaio 2012 ho aperto un negozio Etsy, dove è possibile acquistare la maggior parte dei miei modelli. Etsy è davvero una grande possibilità per chiunque voglia esporre le proprie opere creative e/o artigianali.
A me ha permesso di far conoscere ulteriormente le mie creazioni in tutto il mondo.

Il link per accedere direttamente al mio negozio.

Anche i materiali che usi vengono acquistati nel web? “Sì, la maggior parte dei materiali che utilizzo li acquisto da negozi online specializzati in prodotti per ricamatrici e sarte. Certi lini molto particolari e in colorazioni “inusuali” (come quello “anticato” che uso per quasi tutti i miei ricami) sono reperibili solamente da rivenditori specializzati, mentre i filati classici è quasi sempre possibile acquistarli in una buona merceria.”

Quante ragazze conosci che condividono questa passione? Le hai conosciute su internet? Mi parli della vostra “community”? “Conosco davvero moltissime ragazze che preferiscono ad un’uscita del “sabato sera” una bella serata passata a ricamare in tranquillità, e che sono in grado di creare con le proprie mani splendidi oggetti infusi di cura, dedizione e amore. Credo che la maggior parte della mia ispirazione sia stata risvegliata dall’osservare il lavoro di molte care amiche e di altre creative americane ed europee che hanno fatto del “designing” la loro attività principale, e in parte è proprio grazie a loro se ho iniziato a disegnare. Tutte quante conosciute proprio tramite il web e grazie ad alcune di loro si è creato un gruppo davvero fantastico, nel quale vengono condivise ispirazioni, spunti, progetti e anche semplicissimi messaggi d’affetto fra care amiche. È possibile visitare il nostro gruppo di “Piccole Ricamatrici” tramite Facebook, e chi volesse unirsi a noi sarebbe sempre benvenuto!

Simili ai mondi fantastici che ricama, sul suo blog troverete anche tanti piccoli racconti che possono esprimere, meglio di tante parole, il lavoro di the Little Stitcher e sono un’ottima conclusione… come una fiaba della buona notte.

Schema A sweet “Paper” da scaricare in pdf.

LSImg04_A SWEET PAPER

 paper_trio_

Credits immagini: The Little Stitcher