Anche io che non seguo il calcio, fin da bambina sono stata coinvolta da familiari e amici nelle serate organizzate durante i mondiali e vivo questo evento con la diffidenza tipica di chi non apprezza questo sport (fin da adolescente ho iniziato a preferire tennisti e giavellottisti ai calciatori) e la consapevolezza che si tratti di un evento “fondamentale” per trascorrere del tempo in compagnia.

Ci sono preparativi a cui siamo abituati: non ho mai visto nessuna partita senza accompagnarla con bibite, birre e patatine! Cosa possiamo aggiungere per dare un tocco personale alla serata?

Per prima cosa è un’ottima idea completare la tavola con pietanze tricolori: dagli spiedini di olive, formaggio e pomodoro (rigorosamente in ordine per rispettare i colori della bandiera) alla pasta o riso con condimenti negli stessi toni, fino ad arrivare alle patatine di mais disposte a strati in una teglia insieme a peperone o pomodoro, formaggio filante e avocado (oppure salsa guacamole per i più arditi) e passate pochi minuti in forno, una delizia che non farà sentire la mancanza del pub.
Ovviamente si possono decorare stuzzicadenti e cannucce con bandierine colorate, realizzate con carta e colori o applicando i washi tape. Se avete figli potete anche coinvolgerli nei preparativi (o tenerli impegnati mentre voi vi occupate di altro) chiedendo loro di realizzare delle bandierine di carta per addobbare la casa.

tavola

Parlando dei piccoli partecipanti mi collego al punto seguente: se è prevista la presenza di bambini alla serata bisogna pensare anche a loro! I palloncini azzurri (o nei colori della nazionale per cui tiferemo) piaceranno a tutti ma per le bambine, che probabilmente si annoieranno nel seguire la partita, c’è una soluzione ancora più divertente: realizzare dei pom-pom di carta crespa! Da bambina anche io che ero un maschiaccio adoravo giocarci e voglio vedere quale bimba non si divertirebbe a improvvisare coreografie in un angolo della stanza e magari mostrarvela nella pausa tra un tempo e l’altro. Come si realizzano? Basta procurarsi la carta crespa nei colori della vostra bandiera, tagliarla in strisce alte una ventina di centimetri e lunghe quanto su vuole, praticare da un lato dei tagli paralleli profondi circa 12 centimetri su tutta la lunghezza quindi arrotolarle fissando la base con qualsiasi materiale avete a disposizione (scotch normale o biadesivo, cucitrice, colla). Più carta viene utilizzata nella realizzazione più saranno voluminosi (ma anche difficili da fissare, vi avverto).

pompomDIY

In questo modo saranno tutti felici: io mangerò i nachos, i bambini giocheranno e i tifosi impazziranno per i fuorigioco (che sono quelle cose che succedono quando sei troppo avanti e ti passano la palla e tu all’inizio sei contento perché hai la strada libera ma poi ti accorgi che è una fregatura). Alè!