Già nota ai Romani, Wiesbaden, che nel nome reca la magia dell’acqua, ha il fascino magnetico dei primi anni del Novecento, quando l’eleganza sottile dell’Art Nouveau inizia ad arrampicarsi tra volute fiorite e terrazze di ferro battuto, e la nobiltà d’Europa si ritrova in queste cittadine tedesche per intrecciarsi col bel mondo aristocratico fra i vapori delle terme.

Le Kaiser-Friedrich-Therme, che risalgono al 1913, quest’anno festeggiano 100 anni, dopo aver riaperto al pubblico nel 1999 in seguito a ingenti lavori di restauro.

La sorgente calda Adlerquelle, che sgorga a 66°, è un toccasana per la pelle e lo spirito. Nella cittadina di Wiesbaden vi capiterà di scoprire alcune fontanelle, ma rincuoratevi: nonostante nel secolo scorso si pensasse che l’acqua, estremamente salina e calda, fosse un rimedio prezioso da bere, oggi si è fortunamente confermato che la sorgente è utile solo per la pelle.

Le sorgenti naturali, come Bäckerbrunnen, a 49 °C, Kochbrunnen e Faulbrunnen, 14 °C, alimentano la piscina termale comunale dell’Aukammtal e alcune piscine private, di proprietà di hotel, quale lo splendido Hotel Nassauer Hof.

La bellezza dell’antica stazione termale è senza tempo: ammirando le decorazioni Liberty, coccolati dal vapore, lasciatevi rapire dalla bellezza dei mosaici dorati, nella scenografia delle Terme dell’Imperatore Friedrich, ospitate nel luogo dell’antico bagno a vapore romano. Il capoluogo dell’Assia, cittadina dall’anima elegante, vi delizierà grazie alle atmosfere retrò, i numerosi locali e il casinò, dove sfidare la fortuna al tavolo verde. Il pomeriggio sorprende la voglia di movimento con una passeggiata nell’intensità briosa del parco del Kurhaus. Dalla piazza del castello, Schlossplatz, in cui sorge l’antica residenza degli arciduchi di Nassau, il vecchio municipio seicentesco sorride, lasciando intravedere lo spirito cittadino, mentre il viale dello shopping, Wilhelmstraße, tenta con il profumo delle salsicce, le marmellate fatte in casa e i prodotti freschi del mercato dove cedere alle lusinghe di un pranzo all’aperto.

 

Come arrivare

Con Lufthansa si vola da Milano Linate e Malpensa, Bergamo Orio al Serio, Venezia, Alghero, Roma, Ancona, Bari. Potete spostarvi in treno oppure noleggiare un’auto, perfetta per vagabondare in libertà.

 

Dove si dorme stasera?

Hotel Nassauer Hof

http://www.nassauer-hof.de

Kaiser- Friedrich-Platz 3-4

65183 Wiesbaden

Ascensore fermo al quinto piano, dove scoprirete spa, sauna, oltre a nuotare nell’acqua termale della meravigliosa piscina, ammirando Wiesbaden dall’alto.

 

Che fame! Mangiare in Germania

Käfer’S Brunch

http://www.kurhaus-gastronomie.de

Kurhausplatz 1

65189 Wiesbaden

Atmosfere retrò fra locandine appese alle pareti, luci soffuse e l’incanto del pianoforte: una manciata di coccinelle rallegrano la tavola… e auspicano la buona fortuna al tavolo verde del contiguo casinò.

 

A caccia di relax… con i bambini

Avete mai provato a camminare a piedi nudi lungo un percorso nella natura? Al Barefoot Path della vicina Bad Sobernheim è possibile: le scarpe si lasciano all’ingresso, poi si cammina su un percorso che alterna soffice erba, torba, fanghi e giochi di legno. Divertimento assicurato per i bambini… e risate assicurate anche per gli adulti.

http://www.barfusspark.info/en/index.htm

 

Info Wiesbaden

Ente Turismo Germania

 

  • Hotel Nassauer ingresso
  • Piscina termale Hotel Nassauer
  • Pomeriggi al parco Wiesbaden_Hessisches_Staatstheater
  • Una puntata al casino Wiesbaden_Kurhaus
  • Wiesbaden