Cosa fare nelle giornate libere da EXPO 2015? Dove andare a scoprire un pezzo di Italia senza allontanarsi troppo? Paper Project vi propone mete giornaliere a meno di due ore di viaggio dalla sede della fiera internazionale, per scoprire curiosità, cultura e… Cibo!

Brescia è una cittadina deliziosa che ha sempre avuto un enorme problema: essere troppo vicina alla famosa (e bellissima) Bergamo Alta, capolavoro medievale che attira chiunque le passi vicino.
E invece la città è splendida e ricchissima.

Le tappe imperdibili.

1. Piazza della Loggia, Palazzo della Loggia e Torre dell’orologio. Piazza rinomata per essere un piccolo gioiello rinascimentale lombardo – veneto. Non è la piazza più antica della città, ma ha concentrate incredibili bellezze.
2. Duomo vecchio. Accanto al Duomo nuovo (bello ma sicuramente meno interessante) sorge uno dei più incredibili esempi di rotonde romaniche in Italia. Nel tempo ha subito grandi ampliamenti e ricostruzioni, fino ad arrivare alla curiosa forma attuale.
3. Tempio Capitolino in Piazza del Foro. Vi si accede arrivando da strette stradine, forse per questo lascia ancora più a bocca spalancata. Complesso ampio e interessante, patrimonio UNESCO.
4. La Torre della Pallata (e la sua fontana) costruita nel 1254 a protezione della Porta di San Giovanni, posta sulla prima cinta muraria medioevale ed è l’unica struttura di questa cinta sopravvissuta fino a oggi.

brescia

Curiosità da visitare?

1. Il quartiere del Carmine (Carmen Town), concentrato multietnico cittadino con gallerie d’arte, laboratori di ceramica, locali, circoli…
2. Biblioteca Queriniana, un capolavoro di ricchezza e bellezza.

Dove fare un aperitivo?

1. Torre d’Ercole. Nel cuore del centro storico ambiente rilassato e romantico
2. Oh, Fico ma Eco. Bellissimo soprattutto d’estate quando si può degustare un cocktail curioso e stravagante nel cortile decorato con lucine e arredamento di recupero.

Dove mangiare?

1. Per un pranzo veloce, trancio di pizza di Birbes (quello originale di Piazza Cavour, che attualmente si chiama Gusto Bi) o un panino con il purè da “Al Cantuccio” di via Gabriele Rosa.
2. Cucina tradizionale bresciana nel cuore del centro storico (borgo Trento) per Porteri, trattoria e Salumeria.
3. Per una cena ricercata e un’infinita scelta di vini (soprattutto Franciacorta e Champagnes) e materie prime di ottima qualità da potersi poi portare a casa, l’opzione migliore è Lanzani Bottega e Bistrò, lontano dal centro ma merita la fatica di rimettersi in macchina.

Cosa fare nei dintorni?

Brescia è a due passi dalla zona del Franciacorta, il cuore pulsante del vino frizzante più famoso d’Italia. Una passeggiata al lago e poi a spasso per le colline. Una meravigliosa domenica a meno di 2 ore da Expo.