Questo clima ballerino ce la sta mettendo proprio tutta a tenermi inchiodata al mio inseparabile plaid, circondata da fazzoletti smocciolati e boccette di soluzione fisiologica… e invece no… il conto alla rovescia per la Primavera nella mia testa è iniziato già da tempo, e a dimostrarlo sarà proprio il DIY che vi propongo oggi!

Bastano alcuni fogli di carta colorata e poche semplici mosse per portare i colori sgargianti e l’allegria di un prato fiorito in ogni angolo di casa nostra.

La mia passione per gli origami nasce proprio grazie alle mie scarsissime qualità di giardiniera. Diciamo la verità, per quanto io mi sforzi il mio pollice affatto verde provoca su qualsiasi tipo di vegetazione (anche spontanea) lo stesso effetto di sei mesi di spietata siccità. Dopo essere riuscita nell’impresa per niente ammirevole di far ammosciare persino le piantine grasse e non amando particolarmente i vasi traboccanti di fiori recisi, mi sono avvicinata con grande curiosità alla meravigliosa arte dell’origami. Inoltre i fiori così creati, a mio parere, sono bellissimi da guardare, soprattutto se si pensa che, per ottenerli, si è partiti da un semplicissimo quadrato di carta e perché non pretendono di sembrare fiori veri (come quelli di plastica).

Per realizzare questo DIY occorrono

materiale-fiori-diy

– una boule di vetro;

– fogli di carta colorata per i petali;

– fogli di carta verde per le foglie;

– un foglio di carta di giornale;

– sabbia colorata;

– forbici.

I miei preferiti sono i tulipani! Linko qui di seguito il tutorial che ho trovato su YouTube e che mi è stato utilissimo per realizzare i miei fiori.

Ecco qui i miei

fiori-carta-diy-risultato

A questo punto, basta versare la quantità giusta di sabbia colorata nella boule per poi disporre al suo interno i tulipani nel modo che preferite.

Ho utilizzato poi il foglio di carta di giornale per realizzare una farfallina che ho posizionato sul bordo della boule (ne ho cercato uno in tinta con la sabbia)

Ecco qui il link per la farfallina.

fiori-carta-boccia

…Com’è che diceva quella canzone? ”Le cose di ogni giorno, raccontano segreti, a chi le sa guardare…e aaaaaaaascooooltaaaaareeeeee… per fare tutto ci vuole un fioooooooooo ooooo reeeeeeee…”

Alla prossima

Rorò