Dopo quasi due mesi dall’annuncio delle attesissime nomination, ieri sera Andy Samberg ha condotto la cerimonia di consegna degli Emmy Awards, il premio dedicato alle migliori serie tv del panorama televisivo d’oltreoceano.

La premiazione è giunta alla 67° edizione e quest’anno si è svolta al Microsoft Theater di Los Angeles.
Rai4, una delle reti italiane che maggiormente sta investendo sui tv show stranieri, ha scelto di accontentare noi spettatori offrendoci la possibilità di seguire la cerimonia in diretta. A commentarla Andrea Fornasiero e Fabio Canino.

Emmy 01

Le nomination non avevano offerto particolari sorprese, fatta eccezione per la prima, meritatissima, ricevuta da Tatiana Maslany (Orphan Black) e per i grandi esclusi, come Penny Dreadful.

Ecco i nomi dei vincitori:

Miglior Drama:
Game of Thrones (HBO)

Miglior Attrice Drama:
Viola Davis, How To Get Away With Murder

Emmy, How to get away with murder

Miglior Attore Drama:
Jon Hamm, Mad Men

Emmy, Mad Men

Miglior Attrice non protagonista Drama:
Uzo Aduba, Orange Is the New Black

Emmy, Orange is the new black

Miglior Attore non protagonista Drama:
Peter Dinklage, Game of Thrones

Emmy, Peter Dinklage

Miglior Guest Star maschile Drama:
Reg E. Cathey, House Of Cards

Miglior Guest Star feminile Drama:
Margo Martindale, The Americans

Miglior Comedy:
Veep (HBO)

Miglior attrice Comedy:
Julia Louis-Dreyfus, Veep

Miglior attore Comedy:
Jeffrey Tambor, Transparent

Miglior attrice non protagonista Comedy:
Allison Janney, Mom

Emmy, Allison Janney

Miglior attore non protagonista Comedy:
Tony Hale, Veep

Miglior Guest Star maschile Comedy:
Bradley Whitford, Transparent

Miglior Guest Star femminile Comedy:
Joan Cusack, Shameless

Miglior Miniserie o film:
Olive Kitteridge (HBO)

Miglior attore in una Miniserie o film:
Richard Jenkins, Olive Kitteridge

Miglior attrice in una Miniserie o film:
Frances McDormand, Olive Kitteridge

Miglior attore non protagonista in una Miniserie o film:
Bill Murray, Olive Kitteridge

Miglior attrice non protagonista in una Miniserie o film:
Regina King, American Crime 

Finita la supremazia di Breaking Bad, in molti (sì, anche io) speravano che lo scettro di miglior serie passasse direttamente nelle mani di Better Call Saul, uno dei prodotti migliori della passata stagione.

Così non è stato: Game of Thrones conquista il primo Emmy come miglior drama dopo una quinta stagione non proprio brillante, che ha diviso e fatto discutere il pubblico e i fan dei romanzi di George R.R. Martin.

Mentre Jon Hamm si gode la meritata “pensione” da Mad Men ricevendo il primo Award dopo ben otto nomination consecutive, Viola Davis ottiene il meritato riconoscimento per la straordinaria interpretazione in How To Get Away With Murder.

Nessuna novità dal fronte comedy: Veep sembra convincere ogni anno di più, superando addirittura prodotti come Parks and Recreation.