L’idea per questo progetto è nata questa estate durante una visita al meraviglioso museo del bonsai Crespi (in provincia di Milano) in compagnia della mia amica Serena, quindi questo post è dedicato a lei! Insieme ci siamo incantate a osservare questi boschi secolari in miniatura e i paesaggi da favola composti da sassi, muschio e felci, ma non potendoci permettere uno di quei capolavori ho cercato una soluzione alternativa.

Amo così tanto il muschio e le atmosfere orientali che ho addirittura una cartella su Pinterest  dedicata a questo argomento! Così ho voluto ricostruire un ambiente di questo tipo come in un diorama, ma utilizzando del muschio vivo e qualche elemento decorativo.

Per prima cosa bisogna procurare il muschio: lo si può trovare in vendita nei vivai o nei negozi specializzati in bonsai, ma provate a buttare un occhio anche sul vialetto di casa vostra… l’importante è non raccoglierlo nei boschi oppure informarsi bene sulle norme che ne regolamentano la raccolta e che possono variare da regione a regione! Oltre a questo occorre un po’ di argilla per giardinaggio, della terra, sassi, se necessario qualche pezzetto di corteccia, un vaso da bonsai e qualche decorazione: io ho acquistato una splendida mini lanterna in sabbia di importazione giapponese come ricordo della visita al museo.

02-procedura-muschio-nel-vaso

Per prima cosa ho coperto il fondo del vaso con le palline di argilla e poi l’ho riempito quasi completamente con la terra. Su un lato ho inserito alcuni sassi e poi ho adagiato le zolle di muschio sulla sua superficie e ho schiacciato un po’ per farlo aderire bene. Come ultima cosa ho riempito gli spazi vuoti con qualche piccolo pezzo di corteccia da giardinaggio e ho adagiato la mia preziosa lanterna.

Io sono entusiasta del risultato e penso che insieme al mio amato bonsai facciano proprio una bella coppia.

03-bonsai-e-muschio-nel-vaso