Sicuramente dimenticherò qualcosa, ma al momento si possono fare foto con: cellulari, tablet, compatte, bridge, mirrorless, instant camera, orologi spia (!!), reflex …

Facendo una ricerca su Amazon otteniamo ottantaseimila risultati (accessori inclusi).

A questo punto mi metto nei panni di un aspirante fotografo e capisco perché la domanda che ricevo più spesso è: che macchina mi consigli!?!?

Giusto in questi giorni anche Leica ha aggiornato la sua offerta con il nuovo sistema T, che dalle prime recensioni pare essere, in perfetto stile Leica, assolutamente all’altezza del marchio dal pallino rosso.

Tornando alla scelta della vostra compagna di viaggio purtroppo devo rispondere alla domanda con un’altra domanda… quanto volete spendere? Sì, perché oramai il problema non è tanto quale sia il prodotto migliore, ma piuttosto il miglior compromesso per le vostre tasche.

Su una cosa però mi sento di consigliarvi: se il vostro scopo è portare a casa le foto di una vacanza o il compleanno di vostro figlio, considerate aspetti importanti quali la “trasportabilità” e la semplicità d’uso in ogni situazione. Sì, perché passato l’entusiasmo dei primi tempi quando, armati di relativa borsetta, porterete la vostra nuova reflex anche per andare al bagno (a leggere il manuale si intende…), finirà che la scomodità avrà il sopravvento e lascerete la borsa e il suo prezioso contenuto a casa a prendere polvere.

La qualità dei nuovi sistemi è tale che alla fine una buona compatta potrebbe essere la scelta migliore. Perché sì, lo dico e non smetterò mai di farlo, le foto le fa il fotografo. Lo strumento che avete in mano avrà ovviamente dei limiti (non vi dirò mai che il miglior mezzo per un foto safari sia una compatta!) ma i vantaggi saranno tali che almeno non diventerà un polveroso soprammobile.

Ma quindi? Quindi, al solito, vi posso parlare della mia esperienza diretta.

Due splendide compatte sotto i 500 euro (le compatte da 90 euro valgono 90 euro). La prima è la Canon G16, la seconda la Leica D Lux. I motivi della mia scelta sono essenzialmente due: qualità dell’ottica, che tradotto significa luminosità e incisione, e qualità costruttiva.

Devo ammettere che la LEICA è stato un vezzo che mi sono concesso: amo questa piccola compatta (ho la versione D-LUX5) perché mi dà grandi soddisfazioni. In accoppiata a un mirino elettronico è la mia compagna di viaggio ideale, tanto da non farmi mai rimpiangere di non avere con me la reflex.

E’ vero, costa più dei 500 euro promessi, sappiate però che per risparmiare basta comprare la Panasonic Lumix DMC-lx7, sono la stessa cosa… beh, buon viaggio allora.