Impazzisco per i packaging curati (ammetto che influenzano la mia scelta di un prodotto) e per le confezioni regalo personalizzate. Inoltre preferisco un biglietto fatto a mano, anche se poco preciso, rispetto a uno acquistato, quindi cerco sempre di occuparmi anche di questo.

L’anno scorso per la festa della mamma vi ho suggerito un’idea regalo fai da te, invece quest’anno ho pensato di condividere il mio progetto per confezionare il dono personalizzando la carta da regalo e realizzando con la stessa tecnica un biglietto d’auguri coordinato.
Mi piacciono i timbri e ho sempre desiderato cimentarmi con la linoleografia, purtroppo non ho trovato nessun rivenditore che mi sapesse consigliare un materiale adatto così ho ripiegato su un prodotto solitamente dedicato ai bambini: l’Adigraf. Si tratta di un materiale plastico più morbido rispetto alle lastre di linoleum e che può essere facilmente inciso con delle sgorbie.

Adigraf

Per i disegni sono andata sul classico: un piccolo cuore con il quale decorare la carta e un cuore più grande con la scritta “mum” e il bordo merlettato (giusto per non conferirgli l’aspetto tipico di un tatuaggio da vecchio marinaio); se volete fare una scritta vi ricordo che deve essere realizzata al contrario perché il risultato di stampa è speculare alla matrice. Il disegno (e la relativa incisione) devono essere realizzati sul lato liscio della lastrina.

Con una penna ho disegnato sulla lastra di Adigraf e poi ho iniziato a rimuovere il materiale intorno al disegno; dopo aver sperimentato questa tecnica il mio consiglio è di eseguire un disegno più grande rispetto al mio (che è lungo 3 centimetri) perché le dimensioni maggiori agevolano la lavorazione, mentre il cuore piccolo può essere tranquillamente riprodotto in appena 1 centimetro come il mio.
Ho applicato le matrici così ottenute su sostegni di legno o sughero per impugnarli più comodamente e ho iniziato a stampare.

Per il pacchetto la scelta è ricaduta sulla semplice carta da pacco marrone, che amo e ho già utilizzato in passato per progetti simili, e per decorarla ho applicato sul timbrino piccolo il colore acrilico bianco leggermente diluito e ripetuto la stampa in più punti.
Per il biglietto ho utilizzato un cartoncino bianco e un ritaglio di carta da pacco, in questo caso scegliendo gli inchiostri per timbri e le polveri per embossing, e ho rifinito gli angoli della carta con una fustella.

procedura-Adigraf

Considerando che si tratta del mio primo esperimento con questo materiale non mi posso lamentare, ma continuerò a esercitarmi. Sono certa che la mamma apprezzerà anche un lavoro un po’ rustico, felice che sia stato fatto dalla sua “bambina”.

stampato-con-Adigraf