Il mondo corre a velocità sempre più proibitive e nel frattempo noi abbiamo iniziato a riscoprire le necessità di un viaggiare slow che è capacità di assaporare il paesaggio, splendido, in grado di dipingere la penisola italiana di colori meravigliosi, piccoli borghi incantati, tradizioni antiche: luoghi dove ritrovarsi in un benessere dal corpo allo spirito.

Il 31 ottobre l’XI giornata nazionale dedicata al trekking urbano tornerà a ricordarci l’importanza del gesto umano più primordiale e antico, camminare: 33 le città coinvolte, oltre a manifestazioni ed eventi in cui amanti e neofiti del trekking potranno immergersi in questa passione intrecciando a scorci inediti un tuffo nella storia del nostro territorio.
La rete del trekking urbano celebrerà, infatti, i 100 anni dalla Grande Guerra: una visuale dall’orizzonte ampio, capace di riflettere sulle nostre radici dal passato al futuro, nell’ispirazione di un tema importante scelto per il 2014, “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a 100 anni dalla Grande Guerra”.
Dal Museo del Risorgimento, la città di Pavia concluderà il percorso previsto nel suono dei canti e delle musiche del periodo di guerra, mentre a Siena sarà proposta un’inconsueta prospettiva della città attraverso uno speciale trekking guidato da esperti fotografi. A Macerata i luoghi della memoria si alterneranno a esposizioni e collezioni storiche, mentre a Napoli sarà possibile andare alla scoperta di quartieri storici come Vomero e Chiaia: gli appuntamenti sono numerosi, in tutta Italia.

Non siete esperti? Niente paura, i programmi proposti dal Trekking Urbano, progetto nato a Siena nel 2002, prevedono diversi livelli di difficoltà, accessibili a tutte le età. L’occasione per viaggiare alla scoperta di luoghi che talvolta si trovano a un passo da casa…. eppure ammiccano misteriosi e totalmente sconosciuti.

Per scoprire il programma è possibile consultare www.trekkingurbano.info