Non passa giorno che aprendo la mia casella di posta non trovi almeno una notizia relativa a Baku, ormai diventata una delle mete imperdibili a livello globale.
La splendida capitale dell’Azerbaijan, oltre a meraviglie architettoniche censite nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità, possiede uno shopping district degno di città come Milano o Parigi.
A colpirmi particolarmente è stato un articolo apparso sul Telegraph, in cui il giornalista Ben Illis paragonava la ricca città caucasica addirittura alla sfavillante Dubai.

Fino a qualche anno fa esisteva un solo hotel di lusso, a seguire un boutique hotel, mentre solo negli ultimi anni hanno fatto ingresso nella capitale strutture a insegna Jumeirah, JW Marriott, Hilton, Kempinski, Hyatt e Sheraton, che accolgono ospiti da ogni parte del mondo; mentre il nuovissimo Four Seasons si è già imposto come una delle tappe obbligate durante una sosta in città.

Irrinunciabile durante una visita nella nuova perla del Caucaso un po’ di sano shopping – certo, portafogli permettendo – nello sfavillante Emporium, che ospita le creazioni di stilisti come Alberta Ferretti, Balenciaga, Emilio Pucci, Giorgio Armani, Jil Sander, Marc Jacobs, Prada e Valentino.

Tra gli ultimi brand che hanno scelto di aprire monomarca a Baku troviamo anche Blumarine, con quattro  luminose vetrine che si affacciano sulla prestigiosa Uzeyir Hajibeyov. Etro domina lo spazio tra Aliyeva e Samad Vurgun Street con ben dieci vetrine, mentre Salvatore Ferragamo ha unificato i due precedenti store in un grande spazio di 280 metri quadrati su Netfichilar Avenue. A seguire, su questa novella Fifth Avenue, Santoni e Cartier, che ha fatto addirittura arrivare nella capitale azera nientemeno che Monica Bellucci per tagliare il nastro della propria boutique…

Segno – se ce ne fosse stato ancora bisogno – che il nuovo lusso passa proprio da qui.