Ci sono due film a cui, qui in redazione, in questi giorni, ci siamo particolarmente affezionati.

Uno è uscito la scorsa settimana: è un lavoro di animazione tutto italiano, e in particolare napoletano, ed è… magico. C’è addirittura chi pensa, come il direttore editoriale di Best Movie Luca Maragno, che se non è il film italiano più bello dell’anno ci va molto vicino: ce lo racconta qui.

L’altro è la prima commedia da regista firmata da Joseph Gordon Levitt: si chiama Don Jon e garantisce un sacco di risate, ma anche una riflessione non banale sulla più grave forma di dipendenza dei nostri tempi, quella dalla tecnologia.

Cambiando orizzonti, Fausto Brizzi, nel suo blog Fame, ci racconta il suo primo romanzo: Cento giorni di felicità. Per scoprirlo in una veste inedita, cliccate qui.

Infine è Adriano Aiello ad aver scoperto la storia più incredibile della settimana: riguarda gli antivirus per PS, il giornalismo investigativo, e naturalmente… Hollywood. La trovate qui.