Questo progetto era in cantiere da tempo e finalmente è diventato realtà: adesso ho un appendiabiti! Ne gioverà in particolar modo il divano, che tornerà a svolgere la sua funzione originale. Inoltre ho abbellito lo spazio vuoto sopra al calorifero.

Come realizzarne uno?

Si può partire da un’asse di legno di qualsiasi grandezza oppure, come nel mio caso, da un appendiabiti molto spartano. Questa scelta offre alcuni vantaggi: la tavola ha i lati smussati e i fori per essere appesa (con tasselli e viti in dotazione).

Img02-–-partenza

Come prima cosa ho rimosso i pomelli del mio appendiabiti di partenza e ho dipinto la base; anche partendo da una semplice asse si può scegliere di lasciarla naturale oppure dipingerla con un colore.

Img03-–-base

Dopo aver scelto i ganci e i pomelli, nel mio caso diversi gli uni dagli altri, bisogna decidere come disporli.

Img04-–-pomelli

Foriamo l’asse con il trapano in corrispondenza dei punti in cui andranno fissati i pomelli e, se necessario, pratichiamo anche i fori per attaccarla al muro. Avvitando ganci e pomelli l’appendiabiti sarà pronto.

Img05 - appendiabiti copia

 

Adesso la cosa più difficile sarà non soffocarlo e tenere a mente che ho anche un armadio… soprattutto perché mi piace così tanto che sarebbe un peccato nasconderlo. Per fortuna sta arrivando l’estate!