Non ci sono regole per espatriare ed essere felici. Ognuno fa a modo suo, seguendo il proprio umore e il proprio carattere. Però alcune piccole accortezze hanno, credo, aiutato me… e allora ecco i miei consigli:

1) Cercate una casa che vi rispecchi e vi faccia sentire sicuri, che vi protegga come un nido, e poi riempitela di voi, dei vostri ricordi, delle speranze che nutrite.

2) Fate amicizia con persone che vivono la vostra esperienza e le vostre emozioni. Per andare sul sicuro, io vi consiglio Internations. Come ho già scritto l’ho scoperta per caso, cercando su Google, ma penso sia l’organizzazione n.1 per espatriati, quindi io partirei da lì.

3) Una volta iscritti alla community che avete scelto, partecipate alle feste e agli eventi aperti a tutti, ma anche alle attività per piccoli gruppi. Internations, per esempio, offre attività girls only, singles, jazz lovers… entrare in gruppo ristretto di persone, con cui si condividono gusti e obiettivi, renderà più facile creare dei legami.

4) Ovviamente anche Facebook aiuta. Io mi sono iscritta al gruppo Italiani e Budapest e devo dire che è davvero utilissimo poter ricevere dagli altri consigli pratici su come, ad esempio, trovare un idraulico, un calzolaio, districarsi in mezzo alle varie insidie, fugare i dubbi… tutte cose che sembrano banali, ma che in un Paese di cui non si conosce la lingua non lo sono.

5) Andate alla scoperta da subito del meglio che la città ha da offrire. Budapest, per esempio, è verde e ciclabile, ha bellissimi parchi e giardini, e per me questo vale il mio soggiorno.

Budapest

6) Girovagate per il centro, alla scoperta dei lati più nascosti e caratteristici. E poi trovare il vostro quartiere del cuore, un posto dove ci si sente a casa. Per me è il lungo Danubio. Ma anche la commerciale Vaci utca: quando mi sento sola è qui che mi piace camminare, in mezzo alla folla dei turisti.

7) Rimanete fedeli alle vostre buone abitudini, ai vostri sport del cuore, a tutto ciò che vi faceva star bene in Italia e vi permette di mantenere un legame col passato. Io, per esempio, continuo ad andare a cavallo e a praticare pilates, mi sono iscritta in palestra e prendo lezioni di tennis.

8) Infine, la cosa più importante: gettate il cuore oltre l’ostacolo, voltate pagina, siate aperti al nuovo, non lasciatevi intristire dai ricordi, dimenticate i rimpianti. Solo così potrete davvero vivere un’esperienza unica, e assaporarne ogni momento.