Per un fotografo è sempre molto importante visitare le mostre dei colleghi, un po’ per curiosità un po’ per cultura.

La nostra è una professione in continuo movimento, in cui bisogna cercare di adattarsi alle circostanze e alle richieste, e quindi è giusto essere sempre informati e aggiornati e scoprire il lavoro degli altri.

Se siete curiosi come me, vi segnalo alcune mostre che mi piacerebbe visitare in questo periodo.

mostra-barbie

A Milano, dall’8 maggio al 20 giugno, da Barbara Frigerio, in via dell’Orso 12, c’è una mostra davvero pop: Barbie around the world. Una serie di scatti con la famosa bambola della Mattel in varie situazioni, in un reportage ironico e divertente, firmato da Enrico Pescantini e Maria Giovanna Callea, nel quale vengono raccontati alcuni luoghi, dal mar dei Caraibi a Gerusalemme, come se Barbie e Ken li visitassero in prima persona.

Sempre nel capoluogo lombardo, interessante anche per chi non è fotografo, o comunque non prettamente interessato alla fotografia, c’è una mostra di costume: 1924-2014 – La RAI racconta l’Italia. La trovate in Triennale, dal 29 aprile al 15 giugno. Vengono raccontati 90 anni di radio e 60 di televisione, in un percorso espositivo fatto di immagini, scatti d’altri tempi, ricostruzioni, percorsi di scena, bozzetti e costumi.



A Roma invece, per gli appassionati di architettura e paesaggi urbani, Wim Wenders presenta Urban Solitude a Palazzo Incontro, dal 18 aprile al 6 luglio. Il fotografo e film maker è stato uno dei principali protagonisti del Nuovo Cinema Tedesco fin dagli anni ’70. Le sue immagini sono la descrizione di atmosfere sospese, di luoghi desolati o di scenari urbani lasciati andare al tempo. La mostra, fatta di fotografia analogica, è composta da venticinque immagini in cui si intrecciano paesaggio urbano e memoria, in una sensazione di nostalgia per il mondo che cambia.

 bowie

Meno seria, ma molto interessante invece, negli spazi espositivi di Palazzo Cipolla a Roma, la mostra Pop Icons, dove potrete trovare 50 fotografie, tra le più celebri e note, del leggendario fotografo inglese Terry O’Neill. Dal 18 aprile al 28 settembre vedrete alcuni degli scatti più famosi dell’artista, da quelli che ritraggono attori, cantanti, politici e atleti quali Sean Connery, i Rolling Stones, i Beatles, David Bowie, Muhammed Ali, Frank Sinatra, Elton John e Faye Dunaway, all’epoca sua futura moglie, il giorno dopo aver vinto I’Oscar per il film Quinto Potere.