Una serie dal titolo in apparenza semplice e non altisonante per raccontare gli avvenimenti che turbarono l’Italia dei primi anni ’90.
Sky si appresta a replicare l’enorme successo di Gomorra e Romanzo Criminale con 1992, show in onda dal 24 marzo.
La produzione è ancora una volta tutta italiana: la serie nasce infatti da un’idea di Stefano Accorsi ed è creata da Alessandro Fabbri, Stefano Sardo e Ludovica Rampoldi.

Dieci episodi (per ora) che raccontano le vicende di un paese scosso da Tangentopoli e decidono di farlo con una narrazione insolita. Nonostante il tema affrontato, 1992 non è una docufiction, ma il racconto dello scandalo Mani Pulite visto dai sei personaggi principali.
Le loro diverse vicende sono destinate a intrecciarsi sullo sfondo degli eventi che hanno portato a una delle inchieste che hanno cambiato il corso della storia del nostro paese.

cast-1992

Un racconto corale pronto a offrire al grande pubblico uno spaccato della società dell’epoca. Tra i personaggi principali un pubblicitario dal passato sconosciuto (Stefano Accorsi), un agente di polizia giudiziaria molto vicino ad Antonio di Pietro (Domenico Diele), una soubrette (Miriam Leone) che cerca di usare il suo ricco e facoltoso amante (Tommaso Ragno) per sfondare nel mondo dello spettacolo, la scapestrata figlia di quest’ultimo (Tea Falco) e un ex militare eletto alla Camera con la Lega Nord (Guido Caprino).

Tra i fili della narrazione principale spicca la genesi di Forza Italia, partito nato e pensato per offrire nuovo ossigeno a una realtà politica priva di riferimenti.
In 1992 trovano spazio anche l’avanzata della Lega Nord e il dramma degli attentati a Falcone e Borsellino, insieme ad altri eventi pubblici che forniscono una ricostruzione dell’epoca quasi maniacale, che non intende piegarsi a logiche buoniste di sorta.

La serie, presentata in anteprima al Festival di Berlino, è il frutto di un lungo lavoro di ricerca durato anni, come spiega la sceneggiatrice Ludovica Rampoldi: “I nostri protagonisti non sono i veri Chiesa, Di Pietro. Abbiamo incontrato magistrati, giornalisti, politici per farci un”idea e poi costruire grandi personaggi di finzione da inserire nel racconto. Usiamo i loro occhi e questo ci ha permesso una grande libertà, la possibilità di costruire personaggi doppi, sfaccettati e di muoverci nelle faccende private. La complessità è sempre più interessante”.

serie-1992-sky-news

I registi dichiarano invece di aver tratto ispirazione da serie come Mad Men e Boss per costruire una narrazione decisamente poco “allineata” agli standard italiani (non vedrete una fiction alla Rai, per intenderci).

1992, prodotta da Sky, Wildside e La7, andrà in onda su Sky Atlantic e Sky Cinema a partire dal 24 marzo. Ma non è tutto: la serie verrà trasmessa in contemporanea anche in Irlanda, Germania, Austria e Regno Unito.

Un nuovo prodotto italiano che trova il plauso della critica straniera. Qui in Italia riceverà lodi o critiche?

Mentre aspettiamo il debutto di 1992, ecco il trailer della serie:

Fonte: Sky.it

Photo Credits: Google Immagini