Spesso le mie unghie si rompono senza apparente motivo, quindi mi ritrovo quasi sempre a tenerle corte (detesto le lunghezze differenti), lucidate con una mano di smalto trasparente. Eppure io amo i colori: ho diverse boccette che, nell’attesa di una miracolosa ricrescita, si stanno asciugando. Poiché detesto ogni spreco, ho trovato molti modi alternativi per utilizzarli e voglio racchiuderli tutti qui: sia i miei tutorial sia altri trucchi che non ho mai svelato.
Incominciamo…

Smaltare-fil-ferro-rame-ottone
Smaltare il fil di ferro, rame o ottone
Lo smalto aderisce perfettamente al metallo quindi lo si può applicare su molte creazioni. In più, modellando delle piccole asole e spennellandone la superficie, un sottile strato riempirà il vuoto con un effetto molto particolare: in questo modo si possono realizzare fiori, foglioline e anche le libellule che avevo spiegato in questo tutorial.

Smaltare-cabochon-vetro
Smaltare i cabochon di vetro
Un’ottima tenuta si ha anche con il vetro: colorando il retro, come spiego nel tutorial Cabochon scozzesi, si ottengono elementi utili per realizzare anelli e orecchini, ma anche calamite e applicazioni per cornici, specchi e vasi (attaccandoli ai supporti con la colla bicomponente).

dipingere-oggetti-vetro
Dipingere oggetti di vetro
Applicando lo smalto in strati più o meno velati e utilizzando scotch di carta per mascherare alcune parti, si possono decorare vasi, cornici e barattoli di vetro; questi ultimi possono trasformarsi in lanterne ponendovi all’interno una candela.

effetti-cartoncino
Creare effetti particolari sul cartoncino
Lo smalto ha la proprietà di impermeabilizzare quindi, se prima di applicare dei colori ad acqua avremo decorato un cartoncino con alcune pennellate di smalto, nella parte così trattata il colore non verrà assorbito.

marmorizzare-carta
Marmorizzare la carta
Normalmente la procedura per marmorizzare la carta è lunga e richiede prodotti specifici, ma con lo smalto è possibile ottenere un effetto molto simile. Bisogna riempire d’acqua un vecchio contenitore e aggiungere un po’ di smalto: questo si fermerà sulla superficie quindi, poggiandovi sopra un foglio o un cartoncino, il colore vi si trasferirà.

smaltare-ganci-bigiotteria
Smaltare i ganci della bigiotteria
La minuteria in commercio dovrebbe essere priva di nickel, ma spesso causa ugualmente reazioni allergiche anche solo a causa dell’ossidazione. Applicando un po’ di smalto trasparente sui ganci degli orecchini non diventeranno neri e anche se questo non li renderà anallergici limiterà il fastidio.

rinnovare-minuteria-bottoni
Rinnovare minuteria e bottoni
Con gli smalti colorati invece è possibile ridare vita a perle e altra minuteria in resina o metallo rovinate. Allo stesso modo si possono rinnovare i bottoni.

personalizzare-chiavi
Personalizzare le chiavi
Per distinguere le chiavi tra loro molti suggeriscono di smaltarle con colori diversi, ma perché limitarsi a questo? Io preferisco chiavi decorate con fiori, righe, pois… molto più personali!

smalti-tessuti
Rifinire tessuti e penne
Lo smalto blocca le trame dei tessuti, lo insegnano le nonne che fermavano sul nascere le smagliature dei collant con una pennellata. Sfruttando questo principio si può evitare che un tessuto tagliato a vivo si sfilacci, bloccare un nodo o rinforzare il bordo di una penna d’uccello.

dipingere-legno
Dipingere legno, sassi, ceramica
Lo smalto è impermeabile… l’ho già detto? Allora si sarà capito che è un ottimo sistema per decorare gli oggetti che terremo all’aperto. Possiamo sbizzarrirci su sassi, vasi di ceramica e anche legnetti sui quali indicare il nome della pianta in un vaso o altri messaggi che non avranno paura della pioggia.

Per tutti questi lavori sono perfetti anche gli smalti vecchi diluiti con il solvente.
La prossima volta che un uomo si lamenterà della vostra collezione di smalti fategli leggere il mio decalogo!